Una recente notizia apparsa sul web nel maggio scorso  ci avvisa della prossima realizzazione di una serie web intitolata “lux in tenebris” che sarà  basata su alcune leggende molisane.

Il set cinematografico sarà itinerante e interesserà  otto borghi tra cui Trivento, Tufara, Castropignano.

Il cast sarà  costituito da quaranta attori e la serie tratterà  il viaggio ideale di una studentessa che incontrerà  i protagonisti delle varie leggende tra cui Delicata Civerra e Re Bove.

L’atmosfera che verrà  riproposta è  quella magica e fantastica delle storie raccontate dai nonni  con la possibilità di scoprire i posti dove si svolgono le vicende  narrate.

Ovviamente la mia curiosità è  partita e sono andata a cercare la leggenda del Re Bove.

Ve la racconto in poche righe…

Si narra che il re Bove fosse innamorato della sorella e, volendola sposare, chiese il permesso al Papa.

Il Papa  rispose che avrebbe acconsentito solo se lui fosse riuscito in una notte a costruire cento chiese con una certa disposizione e distanza in modo da poterle scorgere tutte.

La prova era impossibile da realizzare  ma re Bove ebbe un’idea, chiedere aiuto al Diavolo…

Al Diavolo piacque così  tanto l’idea che accettò  in cambio della sua anima.

Così  si misero al lavoro ma quando giunsero alla 99 esima chiesa , il Re Bove si pentì e volle rompere il patto col diavolo, che si irritò molto.

 Così  egli scagliò  dall‘alto della montagna un masso gigantesco che si conficcò  a pochi metri dalla chiesa di Santa Maria della strada, l’ultima chiesa in costruzione…dove fu poi seppellito Re Bove.

Al grosso sasso fu dato il nome di “masso del diavolo”.

Chi di voi conosceva già  questa leggenda? Ne conoscete altre altrettanto particolari?

Delle cento chiese.. nei  secoli solo sette sono sopravvissute…

SANTA MARIA DI MONTEVERDE

MARIA SANTISSIMA ASSUNTA DI FERRAZZANO

SAN LEONARDO DI CAMPOBASSO

SANTA MARIA DI CERCEMAGGIORE

SANTA MARIA DELLA STRADA

LA CATTEDRALE DI VOLTURANA APPULA

E LA SETTIMA…? NESSUNO SA DOVE SI TROVI..

Subscribe to our newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.