Segue in italiano

When I received the wonderful news from Gianmario Ruocco, Antonello De Luca Teddy Colantonio and Mayor Nino Ponte that an online version of “Il Ponte” would be launched, I experienced an immense joy and comfort knowing that this idea envisioned by my father Costanzo Colantonio, will continue to unite the Montoriesi throughout the world in the form of an online blog.

These photos were taken in 1979 and 1981 respectively. Second photo is at my father’s Graduation for his Masters degree in Italian Literature from McGill University in Montreal. 

The first edition of Il Ponte was completed in June 1985. At a young age of 48, my father eagerly wrote and typed out on a manual typewriter, then photocopied (in black and white) the early editions. My siblings and I still remember folding them and manually writing the addresses on the envelopes in order to mail them to as many paesani as possible, most of them in Montreal, Toronto and Montorio nei Frentani. Since he received so much appreciation and interest each time he completed another edition, he continued to produce 2 editions every year; one in June, for the celebration of the Patron Saint, San Costanzo, and again in December, in celebration of Christmas. By December 1999, technology had improved dramatically to allow the process to become more efficient, producing a version of the bulletin that was in colour with optimal paper quality, better graphics and computer editing and printing. My father greatly enjoyed working on all the editions and spent 2-3 months coordinating, gathering articles, writing and editing to produce each finished edition.

My father, Costanzo, was a very passionate man. Passionate about tradition and in love with his hometown of Montorio nei Frentani. In addition, he thrived in social circles and enjoyed fostering and maintaining close connections and friendships. This is also why he continued to write the journal with the contribution of many collaborators for 35 years having completed 70 editions in total. Unfortunately, December 2019 would be his last edition of “Il Ponte”. He was 82 years old then and knew that he would not have been able to continue writing this precious giornalino for much longer. Sadly, 6 months later my father passed away.

Nevertheless, I know that if he were still alive today he would be so happy that Gianmario Ruocco and his collaborators would be taking over this wonderful “bridge”. —Il Ponte— that gathers and reunites everyone from his hometown.

I recall visiting Montorio for the first time just a few years ago while visiting with my father to celebrate his 80th birthday. I’d like to repeat a quote from an article I wrote in the December 2017 edition;

“While touring in Italy, we were surprised to hear comments from Italians in other regions who mentioned that Molise was “una regione silenziosa e sconosciuta” I realized that many Italian cities gained their popularity from their beaches, their art and history or even their crime and corruption. Montorio perhaps should be recognized for its kind, generous and hardworking people who value and respect their traditions and take pride in their heritage.”

This echoes a sentiment and quote from one of his first articles to his paesani; “Siate fieri delle vostre tradizioni, dei vostri successi e sopratutto delle vostre origini”- (Costanzo Colantonio Feb.1985)

Auguri to new beginnings for Il Ponte and for Montoriesi throughout the world.

_________

Quando ho ricevuto la meravigliosa notizia da Gianmario Ruocco, Antonello De Luca, Teddy Colantonio e il sindaco Nino Ponte che sarebbe stata lanciata una versione online de “Il Ponte”, ho provato un’immensa gioia e conforto sapendo che questa idea immaginata da mio padre Costanzo Colantonio, continuerà ad unire i Montoriesi in tutto il mondo sotto forma di un blog online.
La prima edizione de Il Ponte fu completata nel giugno 1985. Alla giovane età di 48 anni, mio padre scrisse e batté a macchina su una macchina da scrivere manuale, poi fotocopiò (in bianco e nero) le prime edizioni. Io e i miei fratelli ci ricordiamo ancora di averle piegate e di aver scritto manualmente gli indirizzi sulle buste per spedirle a quanti più paesani possibile, la maggior parte dei quali a Montreal, Toronto e Montorio nei Frentani. Dato che riceveva così tanto apprezzamento e interesse ogni volta che completava un’altra edizione, continuò a produrre 2 edizioni ogni anno; una a giugno, per la celebrazione del Santo Patrono, San Costanzo, e di nuovo a dicembre, per celebrare il Natale. Nel dicembre 1999, la tecnologia era migliorata drasticamente per permettere al processo di diventare più efficiente, producendo una versione del bollettino a colori con un’ottima qualità della carta, una migliore grafica e l’editing e la stampa al computer. A mio padre piaceva molto lavorare su tutte le edizioni e passava 2-3 mesi a coordinare, raccogliere articoli, scrivere e modificare per produrre ogni edizione finita.

Mio padre, Costanzo, era un uomo molto appassionato. Appassionato di tradizioni e innamorato della sua città natale, Montorio nei Frentani. Inoltre, prosperava nei circoli sociali e gli piaceva favorire e mantenere stretti legami e amicizie. È anche per questo che ha continuato a scrivere il giornale con il contributo di molti collaboratori per 35 anni avendo completato 70 edizioni in totale. Purtroppo, il dicembre 2019 sarebbe stata la sua ultima edizione de “Il Ponte”. Aveva 82 anni allora e sapeva che non sarebbe stato in grado di continuare a scrivere questo prezioso giornalino ancora per molto. Purtroppo, 6 mesi dopo mio padre è morto.

Tuttavia, so che se fosse ancora vivo oggi sarebbe felicissimo che Gianmario Ruocco e i suoi collaboratori si occupino di questo meraviglioso “ponte”. -Il Ponte- che raccoglie e riunisce tutti quelli della sua città natale.
Ricordo di aver visitato Montorio per la prima volta proprio qualche anno fa in visita con mio padre per festeggiare il suo 80° compleanno. Vorrei ripetere una citazione da un articolo che ho scritto nell’edizione di dicembre 2017;
“Mentre eravamo in tour in Italia, siamo stati sorpresi di sentire commenti di italiani in altre regioni che menzionavano che il Molise era “una regione silenziosa e sconosciuta” Ho capito che molte città italiane hanno guadagnato la loro popolarità dalle loro spiagge, dalla loro arte e storia o anche dalla loro criminalità e corruzione. Montorio forse dovrebbe essere riconosciuta per la sua gente gentile, generosa e laboriosa che apprezza e rispetta le sue tradizioni ed è orgogliosa del suo patrimonio”.


Questo riecheggia un sentimento e una citazione da uno dei suoi primi articoli ai suoi paesani; “Siate fieri delle vostre tradizioni, dei vostri successi e sopratutto delle vostre origini”- (Costanzo Colantonio Feb.1985)


Auguri a nuovi inizi per Il Ponte e per i Monitoriesi di tutto il mondo.

This is a more recent photo of all of us (2018) Missing from this picture is our my beloved mother who passed away in 2014

Subscribe to our newsletter!

8 pensiero su “Una nuova avventura”
  1. Belle parole. Penso che siamo tutti felici di vedere in questo nuovo Ponte la continuazione dell’eredità di tuo padre.

  2. Nadia, thank you for the nice memories of your father and his ties to our little paese.
    Do you have an archive of all the Il Ponte from 35 years? I wonder if they can be digitized?
    Gianmario: si puo fare un archivio digitale degli 35 anni di “Il Ponte” se ce l’hanno la famiglia di Teddy? Conterranno tanta storia meravigliosa.
    Saluti,
    Antonella

    1. Yes it is definitely possible to digitize. I am happy to announce that we are in fact currently working on that. Thank you for your interest!

  3. Sono felicissima che Nadia Colantonio collabora con questa nuova avventura complimenti. Nadia di questo che fai il tuo papà sarà felice lassù che tu continui ciò che lui ha cominciato e stato l’ideatore di cominciare con poche paginette ciclostilati in omaggio al nostro paesello nativo che poi piano piano ha fatto passi da gigante era una bellissima rivista ora faccio tanti auguri ancora di gran successo a voi tutti BRAVI RAGAZZI MONTORIESI DI PRENDERE LA RELEVE A TE NADIA AUGURI E FELICITAZIONE CHE CONTINUI L’opera del tuo PAPÀ MI VIENE DI DIRE …. BUON SANGUE NON MENTE AUGURI A TUTTI VICINI E LONTANI CHE QUESTA NUOVA AVVENTURA SI PROTRARRÀ NEL TEMPO RAGAZZI CHE POSSODIRVI. .auguri e buon successo e che Dio vi benedica un mega abbraccio a tutti Filomena Montoriese puro sangue 😘 👍saluti a tutti indistindemente 💝.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.