Negli ultimi anni, soprattutto seguendo il percorso sportivo di mia cugina italocanadese (e nipote di Montoriese) Kelly Chiavaro, brava portiera del Napoli Femminile la scorsa stagione, ed ora nel Flamengo brasiliano, oltre alla maggiore copertura mediatica che permette un più facile accesso a tornei ed eventi importanti, ho progressivamente sviluppato il mio interesse per il calcio femminile.

Il calcio è uno sport che mi appassiona, e il suo sviluppo tra le donne (spesso con notevoli differenze di livello a seconda della regione del mondo e del grado di professionalità o dilettantismo) offre una versione più nobile, con meno speculazioni, infrazioni e simulazioni e più rispetto per le autorità del gioco, caratteristiche che mancano spesso alla parte maschile.

Nell’ultima stagione, poi, ho tenuto d’occhio la Serie A italiana, un campionato con una decina di squadre che, con una storia di decenni e una lunga lista di campioni, è stato egemonizzato negli ultimi anni  dalla Juventus, con il predominio oltre di grandi squadre come Roma, Milan, Sassuolo e Inter.

FOTO STADIO PICCOLO DI CERCOLA – NAPOLI

STADIO PICCOLO DI CERCOLA – NAPOLI

Tutte le partite del campionato vengono trasmesse dalla televisione italiana, fra cui una gratuita ogni settimana.

C’è anche una Coppa Italia, e una Supercoppa tra il suo campione e il vincitore della Serie A.

A questa prima categoria partecipano eminenti giocatrici italiane e straniere, molti di loro appartenenti alle nazionali dei loro paesi.

Nonostante non abbia mai incoronato un campione, il calcio italiano disputa la Champions League, torneo in cui c’è una lunga egemonia dell’Olympique Lyonnais francese e un predominio storico di squadre tedesche, francesi e svedesi.

Dal 1984 avviene l’Europeo femminile, con una grande superiorità tedesca (8 titoli), anche se l’ultimo campione sono i Paesi Bassi.

Quando questo articolo sarà pubblicato, avrà già avuto luogo in Inghilterra, dal 6 al 31 luglio, una nuova edizione del Campionato Europeo, per la quale l’Italia è qualificata.

A due gare dalla fine, la Nazionale Italiana guida il proprio girone nelle Qualificazioni UEFA ai Mondiali FIFA che si giocherá in Nuova Zelanda e Australia dal 19 luglio al 19 agosto 2023.

GIRONE QUALIFICAZIONE COPPA DEL MONDO

LOGO COPPA DEL MONDO AUSTRALIA-NUOVA ZELANDA.

FOTO STADIO SYDNEY

TROFEO COPPA DEL MONDO

Le partite in attesa saranno il 2 e 6 settembre di quest’anno, contro la Moldova (a Chisinau) e la Romania (a casa). Essere attenti.

A livello mondiale, le grandi potenze sono gli Stati Uniti (4 Mondiali e 4 ori olimpici), la Germania (2 Mondiali e 1 oro olimpico) e la Norvegia (1 Mondiale e 1 oro olimpico).

L’attuale campione del mondo sono gli Stati Uniti (Francia 2019), mentre il campione olimpico è il Canada (Tokyo 2020, giocato l’anno scorso).
Anche questo luglio l’Italia ha fatto la sua prima partecipazione internazionale al calcio di spiaggia femminile (con la nostra Kelly in squadra) nella Women’s Euro Beach Football League 2022, con notevole successo, sconfiggendo potenze come la Spagna e l’Inghilterra. Una seconda fase si giocherà a settembre ad Alghero, in Sardegna.

Nazionale Beach Soccer

In Sud America lo sviluppo del calcio femminile è minore, con una netta predominanza del Brasile, unico Paese sudamericano fra il livello più alto al mondo, con due medaglie d’argento olimpiche e un secondo posto in Coppa del Mondo.

La Coppa America si disputa in questa regione dal 1991, con una schiacciante predominanza brasiliana (7 campionati) e un solo titolo argentino.

Nel mese di luglio si gioca in Colombia la Coppa America, che assegna posti per i Mondiali 2023.

LOGO COPPA AMERICA COLOMBIA 2022

Equivalente alla Champions League europea, si gioca in Sud America la mitica Copa Libertadores de América (in versione femminile solo dal 2009), con campioni per lo più brasiliani, e un titolo ciascuno per i club di Cile, Paraguay e Colombia.

L’Argentina ha un campionato di recente professionalizzazione, in cui il mio club, Estudiantes de La Plata, partecipa in prima divisione.

FOTO SQUADRA ESTUDIANTES FEMMINILE

In tempi controversi per il calcio italiano, dove alla gloriosa vittoria agli ultimi Euro si unisce la triste seconda eliminazione consecutiva dai Mondiali di Russia e Qatar, e più di un decennio senza campione di Champions (Inter, 2010)  ne di Europa League in questo secolo (Parma, 1999), il calcio femminile offre una sana crescita, che merita essere accompagnata dal sostegno del pubblico appassionato del calcio, affinché possa portare soddisfazioni e gioia e splendidi spettacoli allo sport italiano.

Lisandro Chiavaro, con la collaborazione di Kelly Chiavaro.

Subscribe to our newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.