Un gruppo di case sù un Colle maestoso;
che domina i paesi d’intorni.
Piccole vie, stretti cortili, aria purissima,
scalette e finestre, adorne di gerani e garofani variopinti.
Nel punto più alto del mio paese,
si erge il campanile millennario.
Socchiudo gli occhi, e mi rivedo sugli alti clivi
della mia giovane infanzia.
Risento lo squillar delle campane,
che mi giunge all’orecchio come un eco
di un dolce richiamo.
Trasportandomi nel dolce incanto del passato,
gli sussurro dolcemente cosi:

Tu per sempre con me vivrai, non per un pò ma per l’eternità.
Le cose intorno potranno morire la vita è breve e può
finire, in ogni istante senza nulla dire.
Ma il mio paese sempre in me vivrà e nel mio cuore
per sembre resterà
Nel mio paese il sole è tanto bello, il cielo azzurro
i monti e i prati in fior sembrano sorridere; sorridimi anche tu.

A Montorio ho lasciato i miei ricordi e i miei sogni di gioventù;
le mie gioie e le mie pene di un’amor che fù.
Montorio del mio cuor ti voglio bene,
un dì da te lassù vorrei tornar per raccontarti tutti i miei segreti.
Forte è nel cuor la nostalgia, quando ripenso a
TE PAESE MIO…
2/9/1990

2 pensiero su ““A MONTORIO NEI FRENTANI IL MIO PAESE””
  1. Grazie mille Gianmario! Queste tue dolci parole venendo da un giovane come te lo dico in tutta umilta’ mi gratificano molto. Grazie della tua generosita. E certo che postero’ delle altre saluti a te in primis e poi tutti i frateli restati sul “Colle” e quelli sparsi per il mondo Ciao Vvtb…. Filomena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.