Covid e guerra continuano a complicarci la vita e, in attesa di tempi migliori, sono diventato ‘’uomo di casa’’

Cerco di passare il tempo guardando poco la tv,ma leggendo e mettendo un po’ di ordine nelle mie cose.

E cosi,un giorno di qualche settimana fa,ho aperto due o tre scatolomi che contengono foto e articoli dal 1962 al  2005  e ho trovato l’articolo pubblicato dal Cittadino Canadese,molto probabilmente nel mese di novembre del 1965.Non l’ho scritto io,ma il direttore del giornale, forse per farmi una sorpresa.E visto che era informatissimo  sospetto che le informazioni gli siano state date da Celestino Fasciano che in quei tempi frequentava il giornale perhè stava scrivendo un libro che poi è stato pubblicato.

Lo statuto dell’associazione si ispirava a quello della Pro Loco di Montorio e lo scopo principale era quello di riunire i numerosi montoriesi di Montreal e di avere rapporti con il paese di origine.

All’inizio  il direttivo dell’Associazione di Montorio,regolarmente eletto da montoriesi iscritti, ha stentato a trovare la sua strada e le elezioni spesso davano adito a polemiche con il risultato che invece di unire i momtoriesi li allontanava.

E cosi’,con l’arrivo di Costanzo Colantonio, si è deciso che il direttivo era formato da volontari e tutti potevano farci parte.Essere membro del direttivo,oltre a qualche applauso,voleva soprattutto dire che bisognava impegnarsi per il bene dell’associazione.E cosi per quasi 50 anni io programma dell’associazione era sempre  lo stesso:Festa di San Costanzo, Festa  delle tolle  e banchetto annuale.A questi avvenimenti spesso era invitato  il sindaco di turno o il parroco.

L’Associazione Montoriese di Montreal era inoltre una delle poche associazioni italiane del Quebec che, a 60 Km. da Montreal, nella cittadina dell’Epiphanie,aveva un parco intitolato al patrono di Montorio San Costanzo.

Col passare degli anni il direttivo aveva difficoltà a rinnovarsi e la scomparsa di Costanzo Colantonio, che era l’anima dell’associazione, si è deciso di vendere il parco e,per il momento, festeggiare almeno San Costanzo.

Il primo direttivo dell’associazione lo troverete leggendo articolo apparso sul Cittadino Canadese nel 1965 mentre vi ricordo quello attuale che da anni ha retto le redini dell’associazione e che è ancora in carica.

Questi i nomi:Costanzo Colantonio,Giuseppe Raimondo,Carlo Di Stefano,Domenica Di Girolamo (successore di Costanzo Colantonio)Nella Montanaro,Franco Di Girolamo,Antonio Di Biase,Pietro Di Biase,Nicola Bucc(scomparso quale mese fa)Michele Di Iorio,Elisa Di Iorio e Carmela Di Iorio,

E per chiudere in bellezza questa bella avventura, se Toronto, grazie all’uomo di affari Enrico Carfagnini e alle offerte dei montoriesi di Toronto,ha fatto realizzare il monumento ai montoriesi caduti in tutte le guerre, quella di Montreal ha stanziato dei fondi per la realizzazione del monumento agli emigranti montoriesi che dovrebbe essere inaugurato  nel corso di quest’anno.

Derby in Montreal negli anni 60 tra Montorio-Montelongo come negli anni 50 in Italia

Subscribe to our newsletter!

Di Teddy Colantonio

Montorio nei Frentani (CB) - Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.